Un grande risultato per l’atletica italiana, per l’atletica marchigiana, per l’atletica camerte. Ai Campionati Europei under 23 di Bydgoszcz, in Polonia, l’Italia piazza la doppietta nei 3000 siepi e un portacolori del Cus Camerino conquista la medaglia d’argento: Ahmed Abdelwahed, il 21enne romano di famiglia egiziana, che da questa stagione vive e studia nella città camerte. Davanti a lui soltanto un altro azzurro, il senese Yohanes Chiappinelli. Per Abdelwahed anche un riscontro cronometrico di rilievo con 8’37’’02, vicinissimo al suo primato regionale assoluto di 8’36’’73, ottenuto due settimane fa con il secondo posto agli Assoluti di Trieste.

“Ho fatto la mia gara – racconta Abdelwahed – Sapevo di poter contare su una buona volata e nell’ultimo giro ho cambiato ritmo. Mi sono divertito e sono felice, questo è un riscatto dopo un paio di stagioni di stop, grazie a chi ha creduto in me come il mio allenatore Roberto Scalla e Vittorio Di Saverio. Da quest’anno mi sono trasferito a Camerino, per allenarmi e studiare. E’ stata la scelta più azzeccata che potessi fare. Mi sono trovato benissimo, è un posto speciale per le persone che ci sono, per questo si sta risollevando dopo il terremoto e spero che questo risultato possa dare una forza in più per ripartire”.

 

Roberto Scalla e Ahmed Abdelwahed 

 

Ahmed Abdelwahed con il tricolore

 

Ahmed Abdelwahed e la medaglia d'argento conquistata agli Europei 2017