Scuola, università e sport. Un legame che ha dato molto a Camerino ed un legame che si è celebrato lo scorso giovedì 12 ottobre al PalaOrsini con la Cerimonia di Inaugurazione dell’Anno Accademico e Scolastico Sportivo 2017-2018. Il PalaOrsini da luogo dell’emergenza a luogo di ripartenza per una comunità che non si è lasciata abbattere dal sisma e che ha rialzato immediatamente la testa.

“Un legame forte e consolidato – ha dichiarato il rettore Unicam prof. Flavio Corradini – La filiera scuola-università è qualcosa che abbiamo curato sempre con grandissima attenzione e che continueremo a curare nel futuro. È bello immaginare che attorno a questo binomio c’è il filo conduttore dello sport che lega giovani e giovanissime generazioni a regole di vita, indipendentemente dallo sceglierlo come professione o meno”.

“Vogliamo riprendere a parlare e a fare sport vero – ha aggiunto il presidente del Cus Camerino Stefano Belardinelli – L’anno scorso in questo periodo eravamo in piena emergenza e queste strutture sportive sono servite per accogliere le persone che avevano bisogno e per ospitare attività ricreative per i nostri bambini. Però ci piace ritornare ad una normalità: fare sport, perdere ma anche vincere, fare risultati importanti”.

Premiati con l’occasione gli atleti cussini che hanno vinto medaglie agli ultimi CNU di Catania: oro nel judo squadre maschile per Giacomo Fiorucci, Michele Damiani, Daniele Sciabola e Vincenzo D’Arco, allenati da Giulio Famà e oro individuale per Valeria Ferrari nel judo femminile categoria 73 kg (successivamente oro nelle Universiadi di Taipei, premiata dal fiorettista Valerio Aspromonte; argento per la squadra di calcio a 5 (Davide Baiocchi, Matteo Bottolini, Gilberto Carbonari, Luca Carnevali, Riccardo Carpineti, Jacopo Cassisi, Facundo Di Iorio, Michele Galeazzo, Nicolas Greco, Luca Lapponi, Andrea Palma, Simone Renzi, Mauro Valeri; allenatore Simone Bisbocci), per Ahmed Abdelwahed (atletica leggera 1500 metri), Miriam Boi (judo categoria 57 kg), Vincenzo D’Arco (judo categoria 100 kg) e Camilla Panatta (pugilato categoria 69 kg); bronzo per Daniele Sciabola nel judo categoria 90 kg e per Mohammed Abdikadar Sheik Ali nell’atletica leggera 3000 siepi.

Giovedì è stata la giornata anche di tanti altri momenti importanti, come l’inaugurazione della casetta in legno donata al Cus Camerino come foresteria dalla comunità ATV di Verona, il confronto con le delegazioni di federazioni, Cusi, Coni e comunità di Verona sul tema “Sport, città e territorio”, l’allenamento delle sezioni sportive del Cus con i partecipanti agli ultimi CNU e la conviviale “Ripartire dai valori dello sport – l’esempio del Cus Camerino” organizzata dal Panathlon Macerata e dal Rotary Club Camerino al Relais Villa Fornari.