News MondoCus

Tanta carne al fuoco all’Assemblea Generale Ordinaria dei Soci del Cus Camerino dello scorso 27 aprile. Preso in esame nell’assemblea, presieduta dal Delegato Coni per la Provincia di Macerata Giuseppe Illuminati e che ha visto anche la presenza del Pro-Rettore Vicario Unicam Claudio Pettinari, un 2016 che ha unito l’ampia attività a servizio dello sport svolta dal Cus Camerino anche una forte valenza sociale visto l’apporto dato dal Cus alla ripresa della vita a Camerino in seguito al sisma.

I numeri dicono che sono 1500 i tesserati nel 2016, in leggera flessione rispetto al 2015 (1561) ma comunque tra i più alti degli ultimi 4 anni. Un’attività che l’anno scorso a livello sportivo ha vissuto coronamenti importanti, come l’oro di Erica Biaggi nello Slalom Speciale a Bardonecchia (CNU Invernali 2016) e ai CNU 2016 di Modena-Reggio Emilia ha visto gli ori di Ahmed El Mazouri (5000 mt), Ahmed Abdelwahed (3000 siepi) e di Emanuele Bruno (Judo cat. 73 kg), gli argenti di Daniele Sciabola (Judo 90 kg) e Luigi Claudio Recchia (Karate Kata) e i bronzi di Leonardo Maurizi (Tiro a segno Pistola) e della coppia Francesco Mecozzi-Matteo Molini (Tennistavolo doppio maschile), portando a quota 296 il medagliere complessivo nei CNU (135 ori, 80 bronzi, 81 argenti).

Non solo, perché di anno in anno si fa sempre più consistente il novero degli eventi organizzati dal Cus, o a cui comunque la polisportiva ha collaborato: dal convegno organizzato dall’Acrusd-Camerino in Corsa in collaborazione con Unicam sul tema “Allenamento e Nutrizione negli Sport di Forza Resistente” a “La Donna che...Corre” (una giornata di sport e solidarietà nella settimana della Festa della Donna); dall’attività di avvicinamento al rugby con “Diventare Grandi con lo Sport...si può!” (con la partecipazione dei campioni Francesco Minto ed Edoardo Gori, atleti della Nazionale Italiana di Rugby e della Benetton Treviso) al Corso di Pronto Soccorso Sportivo Defibrillato organizzato dalla Scuola Regionale dello Sport delle Marche in collaborazione con la Federazione Medico Sportiva Italiana; dal corso residenziale “Proposte Didattiche Innovative per l’Avviamento allo Sport” al convegno “Training e Tecnica del Cross Country” con relatori Vittorio Di Saverio (Fiamme Gialle) e Andrea Lalli (Campione Europeo di Cross”, con tanto di staffette di campestre a seguire.

Non è tutto, si diceva, perché il Cus, come ente universitario, è stato propulsore di rinascita per Camerino dopo il sisma. Una vocazione che non è sfuggita alla giuria del Galà dello Sport che ha assegnato un riconoscimento al Cus proprio per l’attività sociale svolta in questa difficile circostanza. Il Cus, proprio nei giorni più difficili, ha contribuito ad ospitare e a rifocillare le persone che avevano lasciato le proprie case, ha aiutato ad organizzare attività anche per i più piccoli, ha supportato l’attività dell’Associazione Io Non Crollo, ha ospitato Tutti Insieme Inaspettatamente (la Festa di Natale della Città di Camerino). Ha fatto suo l’hashtag #ilfuturononcrolla aggiudicandosi l’organizzazione degli Europei Universitari di Tennistavolo 2019.

Premiati come da tradizione alcuni atleti e dirigenti per ogni sezione: Dario Gentili, Gaia Palmieri e Linda Rosini per l’atletica leggera; Giuseppe Macchioni per il calcio a 5; nella pallacanestro premiati i campioni regionali Under 14 Nico Carboni, Simone Conversini, Riccardo Minerva, Filippo Piccioni, Filippo Poeta e Fabio Sbarzella, i campioni regionali Under 14 e 15 Simone Bernardini, Matteo Montali, Niccolò Ortolani, Filippo Palmieri, Alessio Re ed Andrea Reinini, i campioni under 15 Mario Fucili, Francesco Maggiulli, Mario Miano, Andrea Monteneri e Luca Moreni, oltre all’allenatore Alessandro Cantani; Laura Alessandroni, Davide Fagotti e Michele Stella per la sezione pallavolo; Francesca Borghetti per la sezione rugby; Andrea Peverieri, Samuel Piatanesi e Francesco Silveri per la sezione tennistavolo; Matteo Costantini, Fabio Pazzelli e Serena Tarini per la sezione tiro con l’arco.

 

Assemblea Cus 2016/2017

Sabato 29 aprile, presso gli impianti sportivi del Cus Camerino e l’adiacente piscina comunale, ha avuto luogo una sessione di prove per il conseguimento del Deutsches Sportabzeichen, il Brevetto Sportivo Tedesco normato, organizzato, controllato e rilasciato dal Deutscher Olympischer Sport Bund (Ente Federale Sportivo ed Olimpico Tedesco), con sede in Francoforte, a cui hanno partecipato militari di diversi corpi da tutta Italia, sotto lo sguardo attento del Tenente Michele Vescia (“Prufer”, ovvero valutatore. certificatore) e dei suoi collaboratori. Tutto ha avuto inizio nel 2012 quando Vescia, Ufficiale in riserva dell’Esercito Italiano, conseguì il suo primo brevetto presso il Comando Nato di Solbiate Olona e, successivamente, chiese ed ottenne di ospitare a Camerino due sessioni di prove, nel 2013 e nel 201, organizzate dalla Circoscrizione Regionale dell’Unione Nazionale Ufficiali in congedo D’Italia, che ottennero grande successo. In seguito alla costante collaborazione con il Pruferteam Italia, nel 2017 Vescia ha ricevuto dal Deutsches Olimpischer Sport Bund la qualifica di Prufer. Camerino, grazie a Vescia ed al suo staff, mantiene dunque la sua connotazione di centro dello sport, nonostante gli eventi sismici che hanno duramente colpito il nostro territorio fornendo al contempo una sede stabile nel centro Italia dove eseguire le prove per il conseguimento del Brevetto. L’Ufficiale, previo accordo con il Cus Camerino ed i gestori della Piscina Comunale, ha proposto alle autorità competenti Camerino come unica sede stanziale del Centro Italia, anche al fine aiutare in questo difficile momento la promozione del territorio dal punto di vista turistico e ricettivo. Le prove per l'ottenimento del Brevetto (corsa mezzofondo e veloce in pista; salto in alto-salto in lungo; lancio del peso; nuoto) in Italia vengono organizzate periodicamente in alcune sedi stanziali: Somma Lombardo (VA), Melegnano (MI), Brindisi e dal 2017 Camerino. Appuntamento quindi a settembre per la prossima sessione di prove: diventerà una piacevole tradizione.

 

 
Per questa serata universitaria la prima edizione di questo nuovo evento organizzato per la Giornata Mondiale del Tennistavolo.
 
Esibizione sportiva, tavoli liberi per tutti, giochi e partite a premi e possibilità di sfidare atleti agonisti e imparare di più su questo sport.
L'evento si terrà all'interno della geostruttura del Camerino city Park.
 
DJ SET-
 
BMAS 360° - Rock Revival
 
FOOD and DRINK disponibile in collaborazione con gli amici dell'ASTERIX PUB.
 
Vi aspettiamo per una serata all'insegna di SPORT E MUSICA
 

Anche il Cus Camerino a Parma per Maceratese-Parma di Lega Pro. Una delegazione del Cus Camerino e il dirigente Giuseppe Macchioni sono stati ospiti dell’Associazione Amici della Rata, che a novembre si era fatta portavoce dell'iniziativa dei parmensi “Crociati per Macerata” durante la 13^ di andata all'Helvia Recina, partita disputata pochi giorni dopo il terribile terremoto che ha colpito il Centro Italia. In quell’occasione i generosi parmensi avevano dato vita ad un’iniziativa di beneficenza, mettendo all’asta le maglie personalizzate dei “Crociati per Macerata” e la fascia del capitano Lucarelli utilizzate durante il match. La seconda maglia di Alessandro Lucarelli (la prima l’aveva acquistata per 555 euro il Circolo Toscanini) è stata acquistata per 580 euro  dal collezionista orientale Leung Wai Chi di Hong Kong che l’ha concessa in esposizione al Museo del Parma. A queste somme si sono aggiunte le donazioni dei tifosi del Parma Calcio 1913 e la metà del ricavato era stato donato al Cus Camerino. E così domenica 2 aprile è stata l'occasione per ringraziare, a casa loro, il grande gesto di solidarietà dei parmensi, durante la partita di ritorno con la Maceratese, grazie allo speciale rapporto con le tifoserie delle due squadre che si era creato proprio in quella occasione.

“Essere presenti qui oggi – ha detto Giuseppe Macchioni, portando i saluti del presidente Stefano Belardinelli, del segretario Roberto Cambriani e dell'intero Cus Camerino – era il minimo che potevamo fare per ringraziarvi della vostra solidarietà. Non stiamo passando un periodo facile, ma è grazie a dimostrazioni come queste che spesso si trova la forza per dare il massimo e guardare al futuro con positività e forza di volontà, nonostante tutto. Dobbiamo ringraziare prima di tutto gli Amici della Rata, che si sono fatti portavoce dell'iniziativa ed hanno pensato a noi, e poi in particolare il Centro Coordinamento Parma Clubs e la società stessa, grande esempio di vicinanza sportiva e umana”.

Presenti, oltre alla delegazione del Cus Camerino, Giovanni Olivieri, presidente degli Amici della Rata, con la tifoseria a sostenere i biancorossi, Angelo Manfredini, presidente Centro Coordinamento Parma Clubs e Gabriele Majo, responsabile comunicazione Parma Calcio 1913.

 

La maglia e la fascia da capitano di Lucarelli

 

Il momento dei ringraziamenti

Ahmed Abdelwahed è stato ricevuto al Centro Operativo Comunale di Camerino dal sindaco Gianluca Pasqui lo scorso venerdì 10 marzo per la consegna di un omaggio in occasione della conquista del Titolo Italiano Promesse nei 3000 metri. <Camerino riparte dai suoi giovani> ha dichiarato il sindaco di Camerino Gianluca Pasqui. Il futuro non crolla, lo sport non crolla e ragazzi come Ahmed possono essere davvero il puntello su cui ricostruire un territorio martoriato. Particolare significativo: la cerimonia è slittata di qualche minuto perché Ahmed veniva da un esame dato alla facoltà di Unicam dove studia: Studio Scienze Sociali per la Cooperazione Internazionale, esame dato con profitto. Studio e sport, a Camerino ancora tutto è possibile <Questo grazie alle persone che mi circondano – ha dichiarato Ahmed –, all’Università, a chi mi sostiente e mi permette di seguire entrambe le strade, quella dello studio e quella dello sport, facendo combaciare in sintonia i due diversi percorsi. Durante la gara sono venuti anche diversi amici da Camerino a vedermi. Quindi sono partito ritrovandomi più di 10-15 amici che sono venuti a farmi il tifo ad Ancona. Quella è stata la carica che mi ha spinto a raggiungere questo risultato>. Una carica umana, prima che atletica, così l’allenatore Roberto Scalla descrive Ahmed: <Una persona incredibile dal punto di vista umano. Ha forti motivazioni, l’uomo viene prima dell’atleta ma la sua forza d’animo per me lo porteranno ad ottenere risultati ancora più importanti>. <Siamo molto contenti di questa vicinanza dell’Amministrazione Comunale di Camerino. Il Cus Camerino da diversi anni cerca, attraverso lo sport, di rilanciare e far crescere un territorio non facile da vivere, di perfezionare l’attività giovanili – ha dichiarato il presidente del Cus Camerino Stefano Belardinelli – Abbiamo cercato di portare manifestazioni italiane ed europee a Camerino, di diventare un punto di riferimento per la FIDAL che svolge qui le sue attività di stage. In tutto questo è importante avere risultati agonistico, qualche atleta che si allena, vive e studia con profitto e vince titoli italiani. Credo che Ahmed rappresenti l’obiettivo di questo progetto iniziato qualche anno fa. Lo sport come formazione e prospettiva di crescita, e un pizzico di ottimismo per la città in questo momento difficile>.

 

 

 

 

Sabato 25 febbraio, presso gli impianti sportivi del Cus Camerino e l'adiacente piscina comunale, ha avuto luogo una sessione di prove per il conseguimento del Deutsches Sportabzeichen, il Brevetto Sportivo Tedesco normato, organizzato, controllato e rilasciato dal  Deutscher Olympischer Sport Bund (Ente Federale Sportivo ed Olimpico Tedesco), con sede in Francoforte. Alla sessione hanno partecipato 10 militari appartenenti all’Esercito Italiano, all’Aeronautica Militare ed all’Arma dei Carabinieri provenienti da Pisa, Spoleto, Viterbo, Rieti e Loreto. Tutto ha avuto inizio nel 2012 quando il Tenente Michele Vescia, Ufficiale in riserva dell’Esercito Italiano, conseguì il suo primo brevetto presso il Comando Nato di Solbiate Olona e, successivamente, chiese ed ottenne di ospitare a Camerino due sessioni di prove, svoltesi nel 2013 e nel 2014 ed organizzate dalla Circoscrizione Regionale dell’Unione Nazionale Ufficiali in congedo D’Italia, che ottennero grande successo. In seguito alla costante collaborazione con il Pruferteam Italia, nel 2017 Vescia ha ricevuto dal Deutsches Olimpischer Sport Bund la qualifica di “Prufer”, ovvero valutatore, certificatore. In considerazione dei noti eventi che hanno duramente colpito il nostro territorio ed in considerazione del fatto che mancava una sede stabile nel centro Italia dove eseguire le prove per il conseguimento del Brevetto, il suddetto Ufficiale, previo accordo con il Cus Camerino ed i gestori della Piscina Comunale, ha proposto alle competenti Autorità Camerino come unica sede stanziale del Centro Italia, anche al fine aiutare in questo difficile momento la promozione del territorio dal punto di vista turistico e ricettivo. Le prove per l'ottenimento del Brevetto (corsa mezzofondo e veloce in pista; salto in alto-salto in lungo; lancio del peso; nuoto) in Italia vengono organizzate periodicamente in alcune sedi stanziali: Somma Lombardo (VA), Melegnano (MI), Brindisi e dal 2017 Camerino. Date delle prossime sessioni nella città ducale il 29 aprile, il 9 settembre ed il 28 ottobre.

 

 

La rimonta di Ahmed Abdelwahed ad Ancona nei 3000 metri fino a battere il favorito Yohannes Chiappinelli vincendo la gara dei Campionati Italiani Individuali Promesse è la rivalsa di un territorio che non si arrende. Non solo, è la dimostrazione sul campo, letteralmente parlando, di come Unicam ed il Cus siano vicini ai propri ragazzi, che onorano Camerino in tutta Italia.

Ahmed, raccontaci questa vittoria.

<Una vittoria inaspettata ad essere sincero. La concorrenza era forte, c’erano due o tre atleti più forti sulla carta. Quando arriva così la vittoria è più bella, perché è inaspettata. Da parte del Cus c’erano le aspettative di fare bene perché avevamo lavorato nel modo migliore per questa gara>.

Chi erano i favoriti per la vittoria finale?

<Chiappinelli, due volte campione europeo ancora in carica nei 3000 siepi, che è arrivato secondo. C’era anche Mattia Padovani. Tutta gente che ha un personale più basso del mio sulla distanza>.

Una vittoria molto importante per Camerino. Come l’hai vissuta?

<C’è stata ovviamente grande felicità. Non solo, sono venuti anche diversi amici da Camerino a vedere la gara. Quindi sono partito ritrovandomi più di 10-15 amici che sono venuti a farmi il tifo ad Ancona. Quella è stata la carica che mi ha spinto a raggiungere questo risultato>.

Atleta del Cus e studente Unicam. Cosa studi?

<Studio Scienze Sociali per la Cooperazione Internazionale. Sono al secondo anno, mi trovo benissimo>.

A giudicare dai risultati, studio e sport si conciliano bene.

<Sì, soprattutto qua a Camerino dove c’è molta disponibilità da parte di tutti verso chi come me vuole impegnarsi su entrambi i fronti. Grazie all’aiuto dei docenti è più facile organizzarsi>.

 

Al centro Ahmed Abdelwahed 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Subscribe our Newsletter

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

JHtmlBehavior::mootools not found.