News MondoCus

Ahmed Abdelwahed è stato ricevuto al Centro Operativo Comunale di Camerino dal sindaco Gianluca Pasqui lo scorso venerdì 10 marzo per la consegna di un omaggio in occasione della conquista del Titolo Italiano Promesse nei 3000 metri. <Camerino riparte dai suoi giovani> ha dichiarato il sindaco di Camerino Gianluca Pasqui. Il futuro non crolla, lo sport non crolla e ragazzi come Ahmed possono essere davvero il puntello su cui ricostruire un territorio martoriato. Particolare significativo: la cerimonia è slittata di qualche minuto perché Ahmed veniva da un esame dato alla facoltà di Unicam dove studia: Studio Scienze Sociali per la Cooperazione Internazionale, esame dato con profitto. Studio e sport, a Camerino ancora tutto è possibile <Questo grazie alle persone che mi circondano – ha dichiarato Ahmed –, all’Università, a chi mi sostiente e mi permette di seguire entrambe le strade, quella dello studio e quella dello sport, facendo combaciare in sintonia i due diversi percorsi. Durante la gara sono venuti anche diversi amici da Camerino a vedermi. Quindi sono partito ritrovandomi più di 10-15 amici che sono venuti a farmi il tifo ad Ancona. Quella è stata la carica che mi ha spinto a raggiungere questo risultato>. Una carica umana, prima che atletica, così l’allenatore Roberto Scalla descrive Ahmed: <Una persona incredibile dal punto di vista umano. Ha forti motivazioni, l’uomo viene prima dell’atleta ma la sua forza d’animo per me lo porteranno ad ottenere risultati ancora più importanti>. <Siamo molto contenti di questa vicinanza dell’Amministrazione Comunale di Camerino. Il Cus Camerino da diversi anni cerca, attraverso lo sport, di rilanciare e far crescere un territorio non facile da vivere, di perfezionare l’attività giovanili – ha dichiarato il presidente del Cus Camerino Stefano Belardinelli – Abbiamo cercato di portare manifestazioni italiane ed europee a Camerino, di diventare un punto di riferimento per la FIDAL che svolge qui le sue attività di stage. In tutto questo è importante avere risultati agonistico, qualche atleta che si allena, vive e studia con profitto e vince titoli italiani. Credo che Ahmed rappresenti l’obiettivo di questo progetto iniziato qualche anno fa. Lo sport come formazione e prospettiva di crescita, e un pizzico di ottimismo per la città in questo momento difficile>.

 

 

 

 

Sabato 25 febbraio, presso gli impianti sportivi del Cus Camerino e l'adiacente piscina comunale, ha avuto luogo una sessione di prove per il conseguimento del Deutsches Sportabzeichen, il Brevetto Sportivo Tedesco normato, organizzato, controllato e rilasciato dal  Deutscher Olympischer Sport Bund (Ente Federale Sportivo ed Olimpico Tedesco), con sede in Francoforte. Alla sessione hanno partecipato 10 militari appartenenti all’Esercito Italiano, all’Aeronautica Militare ed all’Arma dei Carabinieri provenienti da Pisa, Spoleto, Viterbo, Rieti e Loreto. Tutto ha avuto inizio nel 2012 quando il Tenente Michele Vescia, Ufficiale in riserva dell’Esercito Italiano, conseguì il suo primo brevetto presso il Comando Nato di Solbiate Olona e, successivamente, chiese ed ottenne di ospitare a Camerino due sessioni di prove, svoltesi nel 2013 e nel 2014 ed organizzate dalla Circoscrizione Regionale dell’Unione Nazionale Ufficiali in congedo D’Italia, che ottennero grande successo. In seguito alla costante collaborazione con il Pruferteam Italia, nel 2017 Vescia ha ricevuto dal Deutsches Olimpischer Sport Bund la qualifica di “Prufer”, ovvero valutatore, certificatore. In considerazione dei noti eventi che hanno duramente colpito il nostro territorio ed in considerazione del fatto che mancava una sede stabile nel centro Italia dove eseguire le prove per il conseguimento del Brevetto, il suddetto Ufficiale, previo accordo con il Cus Camerino ed i gestori della Piscina Comunale, ha proposto alle competenti Autorità Camerino come unica sede stanziale del Centro Italia, anche al fine aiutare in questo difficile momento la promozione del territorio dal punto di vista turistico e ricettivo. Le prove per l'ottenimento del Brevetto (corsa mezzofondo e veloce in pista; salto in alto-salto in lungo; lancio del peso; nuoto) in Italia vengono organizzate periodicamente in alcune sedi stanziali: Somma Lombardo (VA), Melegnano (MI), Brindisi e dal 2017 Camerino. Date delle prossime sessioni nella città ducale il 29 aprile, il 9 settembre ed il 28 ottobre.

 

 

La rimonta di Ahmed Abdelwahed ad Ancona nei 3000 metri fino a battere il favorito Yohannes Chiappinelli vincendo la gara dei Campionati Italiani Individuali Promesse è la rivalsa di un territorio che non si arrende. Non solo, è la dimostrazione sul campo, letteralmente parlando, di come Unicam ed il Cus siano vicini ai propri ragazzi, che onorano Camerino in tutta Italia.

Ahmed, raccontaci questa vittoria.

<Una vittoria inaspettata ad essere sincero. La concorrenza era forte, c’erano due o tre atleti più forti sulla carta. Quando arriva così la vittoria è più bella, perché è inaspettata. Da parte del Cus c’erano le aspettative di fare bene perché avevamo lavorato nel modo migliore per questa gara>.

Chi erano i favoriti per la vittoria finale?

<Chiappinelli, due volte campione europeo ancora in carica nei 3000 siepi, che è arrivato secondo. C’era anche Mattia Padovani. Tutta gente che ha un personale più basso del mio sulla distanza>.

Una vittoria molto importante per Camerino. Come l’hai vissuta?

<C’è stata ovviamente grande felicità. Non solo, sono venuti anche diversi amici da Camerino a vedere la gara. Quindi sono partito ritrovandomi più di 10-15 amici che sono venuti a farmi il tifo ad Ancona. Quella è stata la carica che mi ha spinto a raggiungere questo risultato>.

Atleta del Cus e studente Unicam. Cosa studi?

<Studio Scienze Sociali per la Cooperazione Internazionale. Sono al secondo anno, mi trovo benissimo>.

A giudicare dai risultati, studio e sport si conciliano bene.

<Sì, soprattutto qua a Camerino dove c’è molta disponibilità da parte di tutti verso chi come me vuole impegnarsi su entrambi i fronti. Grazie all’aiuto dei docenti è più facile organizzarsi>.

 

Al centro Ahmed Abdelwahed 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un sincero ringraziamento degli sportivi del Cus Camerino al Parma Calcio 1913, agli Amici della Rata e ai biancorossi della Maceratese, autori della splendida performance, nella 13^ giornata all’Helvia Recina (spettacolare 0-0 con la quotata corazzata gialloblù).

In quell’occasione i generosi parmensi hanno dato vita ad un’iniziativa di beneficenza, mettendo all’asta le maglie personalizzate dei “Crociati per Macerata”. Una parte del cui incasso è stata devoluta al Cus Camerino.

“Inutile dirvi – scrivono il presidente Stefano Belardinelli e il segretario generale Roberto Cambriani – che stiamo attraversando un momento terribile che ha messo alla prova ogni nostra energia fisica, mentale e psichica. La terra che continua a tremare sotto i nostri piedi mina quotidianamente ogni nostra certezza, togliendoci ogni punto di riferimento per indirizzare il nostro futuro, tenendoci inchiodati a un presente incerto che sembra non finire mai. In questo periodo per noi tragico, che non auguriamo a nessuno di vivere, vi siamo particolarmente grati per la vostra vicinanza e per quanto avete fatto per noi, che ci sta aiutando a gestire il presente e ci dà qualche speranza per il futuro. In attesa di incontrarci in momenti migliori, vi salutiamo cordialmente”.

Il Palasport Orsini del Cus Camerino ha ospitato, venerdì 22 dicembre, il grande spettacolo organizzato dall'amministrazione comunale di Camerino per fare gli auguri alla cittadinanza, che sta vivendo in questi mesi sulla propria pelle l'emergenza terremoto. "Tutti insieme...inaspettatamente" il nome voluto dagli organizzatori e da Marco Moscatelli, mattatore del pomeriggio insieme alla ex Miss Italia Claudia Andreatti, che assieme a Miss Marche 2016, Taryn Piccinini, hanno consegnato un omaggio al Cus Camerino, al presidente Stefano Belardinelli e al segretario generale Roberto Cambriani, per l'apporto che le strutture sportive hanno avuto nella gestione della fase critica dell'emergenza. Il ruolo ordinario e straordinario dello sport e delle strutture ad esso dedicate, antisismiche e perfettamente funzionanti non solo a Camerino ma anche in tutti gli altri piccoli comuni del Maceratese colpito dal sisma è stato sottolineato da Belardinelli e Cambriani, che hanno ringraziato gli enti e le istituzioni per aver compreso anche in passato l'importanza di investire in questo aspetto della vita di una comunità.

 

Presenti, all'Orsini, oltre al sindaco Gianluca Pasqui e all'amministrazione comunale, le autorità locali e nazionali, gli enti e le forze dell'ordine, tutti i protagonisti della gestione di questa emergenza. Tra tutti, il commissario straordinario per la ricostruzione Vasco Errani, il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio, il Ministro per gli Affari Regionali Enrico Costa, il governatore Luca Ceriscioli, il presidente della Provincia di Macerata Antonio Pettinari, il viceprefetto di Macerata Mario Volpe, l'arcivescovo di Camerino-San Severino Francesco Giovanni Brugnaro, il presidente dell'Unione Montana di Camerino Alessandro Gentilucci e non da ultimo il rettore dell'Università di Camerino Flavio Corradini. E proprio all'ateneo camerte, e con esso all'intera città e all'intera comunità camerte e studentesca, è arrivato il più bel regalo di Natale. Mittente, la Provincia Autonoma di Trento nel nome del suo Presidente Enrico Rossi, che stanzierà i fondi per la costruzione di uno studentato, un  collegio da 480 posti per gli studenti universitari di Camerino che si andranno ad aggiungere ai posti tuttora utilizzabili nei collegi e al campus. Una sorpresa, annunciata sul palco allestito all'Orsini da Vasco Errani. Durante lo spettacolo, che si è concluso con l'esibizione della Iena Andrea Agresti e la sua 4ever Band, sono stati anche consegnati dei riconoscimenti alle Forze dell'Ordine schierate in prima linea nella gestione dell'emergenza. Al termine, l'azienda Eurospin ha donato a tutti i cittadini dei pacchi natalizi. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

John Mark Nalocca ha conseguito nei giorni scorsi il titolo magistrale di Laurea specialistica in Biological Sciences - Molecular Diagnostic and Biotechnology all'Università di Camerino. Un traguardo che completa il percorso di studi dell'atleta, con una tesi sperimentale in "Endocrinology and Metabolism". 

"Devo molto a questa città - ha detto il neodottore Nalocca - che mi ha accolto e mi ha permesso di portare avanti contemporaneamente gli studi e l'impegno sportivo. Qui a Camerino ho trovato delle grandi amicizie, una città che sa entrarti nel cuore e che sa darti tutte le migliori opportunità. Grazie al Cus sono riuscito ad allenarmi nelle migliori condizioni, mi ha permesso di crescere agonisticamente e di vincere ben 3 volte di Cnu. Devo ringraziare tutti per questo traguardo per me importantissimo, ma in particolare voglio esprimere la mia gratitudine a Roberto Cambriani, che per me qui a Camerino è stato come un padre e mi ha spronato e ed aiutato, è motivo di vanto per me, ha avuto un ruolo chiave nel mio percorso e gliene sono grato".

 

Congratulazioni a John Mark Nalocca da parte dell'intero Mondo CUS Camerino!

 

 

 

Oggi pomeriggio, domenica 18 dicembre, presso i locali della Segreteria del Cus al Palasport Drago Gentili si è ritrovata per la prima volta dopo il terremoto la Banda "città di Camerino", diretta dal maestro Vincenzo Correnti. "Oggi ci abbiamo riprovato - ha commentato il maestro Correnti - ringrazio tutti i ragazzi che numerosi si sono ritrovati, anche se ancora non siamo al completo. I loro abbracci, quelli di chi non si era più rivisto dopo la scossa del 26 ottobre, sono stati emozionanti!". 

 

 

 

 

 

 

 

Subscribe our Newsletter

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

JHtmlBehavior::mootools not found.